Archivio mensile:agosto 2015

Ringraziamenti

Si ringraziano: la tosse, le fughe delle mattonelle, il pezzo di cielo che notte e giorno sta fuori dalla mia finestra, i calzini bianchi di spugna, gli alberi di sera, l’autunno, il barbagianni Martino, le Girelle, il mio ritardo nell’essere Kennedy, la morte che nella mia stanza ha il labbro leporino e mi aspetta al varco, l’arto fantasma, i turni di notte della mente, gli abbracci di legno, i soldatini di plastica verde e le loro guerre nel giardino delle ortensie, Mirko Puttani, Sam il pasticcino al miele, tutti i gatti insalvabili del vicinato, l’immancabile asino che vola, Calro, i calcetti aziendali che terminano dopo i calci di rigore, Roberto Baggio, le tende, i disegni con gli alberi smunti, la mia cameretta, i distributori automatici di madri, le marmellatine, le viti con la testa a stella, quelle con la testa a taglio, il gatto Polpetta, la fanciulla bellissima che ho disegnato durante il telegiornale e ho colorato coi soli colori che avevo (verde e marrone) e adesso sembra un albero ma senza frutta.

A coloro che hanno letto: grazie di cuore.

Ecco la fine.